Riparazione mininvasiva della valvola mitrale, la testimonianza di una paziente operata dal dott. Speziale
Video

Riparazione mininvasiva della valvola mitrale, la testimonianza di una paziente operata dal dott. Speziale

Enrica V., paziente di Roma, affetta da insufficienza mitralica, è stata operata dal Dott. Giuseppe Speziale e dalla sua equipe presso Anthea Hospital di Bari. La valvola mitrale della paziente – pur senza sintomi - non funzionava più correttamente per un difetto di chiusura ed è stata riparata con tecnica mininvasiva.
 
“Quando ho saputo che dovevo operarmi, da sportiva avevo tanti timori, – racconta Enrica V. -, in primis di non avere più lo stesso tipo di vita, e dover rinunciare alla mia passione, giocare a  tennis. Per  fortuna mi sono affidata ad una equipe molto preparata, che mi ha seguita curando non solo l’aspetto fisico del mio problema ma anche quello psicologico. L’intervento mininvasivo mi ha portato a recupere in meno di un mese la mia routine quotidiana. Ora sto bene, affronto la mia vita, sapendo di poter fare tutto senza preoccupazioni”.
 
Quello della paziente operata dal dott. Speziale è un caso di insufficienza mitralica asintomatica. Enrica V. gioca a tennis da più di 20 anni a livello amatoriale, e durante un normale controllo di routine per la sua attività sportiva  - esame ecocardiografico – ha scoperto che la sua valvola mitrale non si chiudeva bene, anche se non aveva mai avuto problemi al cuore, né particolari sintomi.
 
L’insufficienza mitralica è una patologia molto frequente che può verificarsi a qualsiasi età. Nella maggior parte dei casi è asintomatica,  ma come dimostrato da numerose indicazioni medico scientifiche va trattata precocemente: tralasciare la patologia infatti significa sottoporre il cuore ad uno stress che potrebbe a lungo essere irreversibile e comprometterne il corretto funzionamento. Questo fatto evidenzia l’importanza della prevenzione a qualsiasi livello.   
 
La riparazione mininvasiva della valvola mitrale rappresenta attualmente uno degli interventi più efficaci e duraturi nel trattamento della patologia mitralica.
Preservare la valvola nativa del malato, ossia ‘riparare’ la valvola senza sostituirla è considerato il trattamento di scelta, in quanto consente un ritorno alle condizioni iniziali, con vantaggi in termini di benessere, qualità di vita e un impatto estetico molto ridotto.
 

Fotogallery

Cardiochirurgia.com

Professionisti e  tecnologie d’avanguardia per la salute del tuo cuore.

Contattaci