Riparare la valvola mitrale: il dott. Martinelli racconta la tecnica NeoChord
Notizie da GVM

Riparare la valvola mitrale: il dott. Martinelli racconta la tecnica NeoChord

ICLAS (Istituto Clinico Ligure di Alta Specialità Rapallo) è uno dei tre ospedali di GVM Care & Research tra i centri di riferimento europei per la tecnica NeoChord, una metodica mininvasiva di riparazione della valvola mitrale. Per capire di più, ripercorriamo quanto raccontato dal Dottor Luigi Martinelli, specialista in chirurgia cardio-toraco-vascolare presso la Struttura di Rapallo.

“La valvola mitrale si comporta come una sorta di paracadute”, questa la similitudine usata dal cardiochirurgo. “Quindi, se si rompe una delle corde della mitrale questa ribalta. Il sangue torna in atrio dal ventricolo invece di andare verso l’aorta, ristagna nei polmoni e crea una mancanza di fiato, che è tra i sintomi tipici dell’insufficienza mitralica. La NeoChord”, spiega il dottor Martinelli “consiste nell’applicazione di una corda in Gore-Tex, un materiale altamente performante, sul lembo prolassante, ancorandosi alla parete del cuore. Si ricostruisce una parte dell’apparato mitralico che è degenerato”. Si dice Neochord proprio perché questa metodica sostituisce con una corda nuova la corda tendinea rotta della valvola mitrale del paziente.

La tecnica NeoChord, inoltre, consente di agire concretamente proprio sul fenomeno dell’insufficienza ed è la tecnica da preferire quando questa patologia è dovuta alla degenerazione di un lembo della valvola. Nella fattispecie, questa tecnica interviene sulla parte centrale del lembo posteriore della mitrale una delle strutture più spesso sottoposte a rottura.

I criteri di selezione dei pazienti per la metodica NeoChord all’ospedale GVM di Rapallo sono la presenza di un’insufficienza mitralica, con sintomi anche iniziali, e una situazione anatomica di rottura o malformazione della valvola nella sede centrale del lembo posteriore. “È un intervento molto poco invasivo, perché il taglio è piccolo e non si usa la circolazione extracorporea. Anche per questo motivo può essere reiterato nel tempo, se necessario” conclude il dottor Martinelli.
 

È possibile avere più informazioni o prenotare una visita specialistica contattando la struttura al numero +39 0185.21311 o tramite form

Fotogallery

Cardiochirurgia.com

Professionisti e  tecnologie d’avanguardia per la salute del tuo cuore.

Contattaci