Insufficienza mitrale primaria e secondaria: come e quando intervenire
Notizie da GVM

Insufficienza mitrale primaria e secondaria: come e quando intervenire

L’insufficienza mitrale è la patologia che più affligge la valvola mitrale ed è seconda solo alla stenosi aortica. Quasi il 6/7% della popolazione intorno agli ottant’anni è affetta da insufficienza mitralica. È caratterizzata da un rigurgito di una quantità di sangue che va dal ventricolo all’atrio, quindi verso ai polmoni, e questa disfunzione col tempo potrebbe sfociare in complicanze soprattutto in termini di scompenso cardiaco, fibrillazione atriale ecc.. che possono compromettere molto seriamente la qualità della vita. Con il Prof. Khalil Fattouch direttore dell’Unità Operativa di Chirurgia Cardiovascolare di Maria Eleonora Hospital di Palermo abbiamo descritto le due tipologie di insufficienza e le diverse opzioni di intervento.  
 
Professore, quanti tipi di insufficienza mirale esistono?
 
Esistono due tipi di insufficienza mitrale:
 
  • Primaria quando c’è una patologia che affligge i lembi valvolari con alcune formule degenerative come patologie reumatiche, infettive o calcifiche, tipiche dell’anziano che possono portare a un prolasso del tessuto valvolare.
 
  • Secondaria quindi, dal nome, subordinata a patologie del ventricolo. Si osserva principalmente in pazienti che hanno avuto molti infarti o sono afflitti da cardiomiopatia dilatativa.
 
Oggi le linee guida evidenziano il ruolo della mininvasiva. Si opera anche nei pazienti asintomatici, appena si riceve la diagnosi anche precoce. Questa ci permette di scoprire subito se il paziente possa essere fattibile
 
La chirurgia mininvasiva per l’insufficienza mitrale è una strada praticabile?
 
Sì ma in centro specializzati predisposti a questo tipo di intervento, con una percentuale del 95%. La riparazione si può fare anche con tecniche video assistite, endoscopiche e robot guidate.
 
Qual è lo stato della Cardiochirurgia in Italia?
 
La cardiochirurgia italiana è fra le migliori a livello internazionale vive dei momenti di gloria. È oggi molto presente sul territorio nazionale. Ci sono numerosi centri che hanno sviluppato l’approccio operatorio eseguito tramite l’impiego di un in Heart Team. In Italia mi sento di dire che siamo in buone mani.

 
Per maggiori informazioni o per prenotare una visita contattaci allo  091.6981111 o scrivici tramite form

Fotogallery

Cardiochirurgia.com

Professionisti e  tecnologie d’avanguardia per la salute del tuo cuore.

Contattaci